Approfondimenti

IL MUSEO MArTA

Spazio di approfondimento scientifico su temi di interesse, reperti, mostre e attività del Museo Archeologico Nazionale di Taranto.

La quercia: l’albero di Zeus

La quercia: l’albero di Zeus

Nell’ambito della produzione di corone funerarie in foglie ottenute a ritaglio da sottilissime lamine d’oro, diffusa a Taranto nella piena età ellenistica.

Scopri di più

La palma dei Dioscuri

La palma dei Dioscuri

I Dioscuri sono una coppia di divinità gemelle nate dall’amore tra Leda, sposa del re spartano Tindaro, e Zeus.

Scopri di più

La vite e l’edera: le piante di Dioniso

La vite e l’edera: le piante di Dioniso

Dioniso è il dio dalle mille identità, che porta agli uomini lo scompiglio e li libera attraverso la follia.

Scopri di più

Il mirto: amore e morte

Il mirto: amore e morte

Il mirto, pianta aromatica caratteristica della macchia mediterranea, possedeva per i Greci una duplice valenza, erotica e funeraria.

Scopri di più

La melagrana: il frutto delle dee madri

La melagrana: il frutto delle dee madri

Il frutto del melograno è stato istintivamente connesso dalle culture del Mediterraneo al concetto di fecondità.

Scopri di più

Kylix a figure rosse attica raffigurante Poseidon

Kylix a figure rosse attica raffigurante Poseidon

Il destino di Taranto appare legato all’elemento acquatico già nei miti che ne precedono la fondazione.

Scopri di più

Cratere a volute protoitaliota attribuito al Pittore delle Carnee

Cratere a volute protoitaliota attribuito al Pittore delle Carnee

Il monumentale cratere a figure rosse (alt. cm 82,8, diam. all’orlo cm 47), insieme all’altro grande cratere eponimo del Pittore della Nascita di Dioniso.

Scopri di più

Alabastron in ceramica a vernice nera sovradipinta

Alabastron in ceramica a vernice nera sovradipinta

Il vaso rappresentato, chiamato alàbastron, prende il nome dal materiale con cui questa forma era originariamente prodotta, l’alabastro.

Scopri di più

Epichysis sovraddipinta

Epichysis sovraddipinta

Si tratta di una foggia di contenitore caratterizzata da un beccuccio obliquo a sezione semicircolare, ispirato a modelli metallici, con un’ansa sormontante decorata da applicazioni plastiche all’attacco superiore.

Scopri di più

Scultura funeraria raffigurante una Sirena

Scultura funeraria raffigurante una Sirena

Scultura in pietra tenera raffigurante, ad altissimo rilievo, una Sirena stante ad ali chiuse, quasi completamente perdute.

Scopri di più

Lekanis con coperchio

Lekanis con coperchio

La lekanis è un vaso di piccole dimensioni legato alla sfera femminile, destinato a contenere cosmetici o altro, che si compone di una coppa e di un coperchio.

Scopri di più

Testa maschile in marmo (Nettuno)

Testa maschile in marmo (Nettuno)

La testa in marmo riproduce le fattezze di un uomo maturo anche se idealizzato nei tratti. Il volto è incorniciato da una voluminosa chioma resa a piccole ciocche ondulate.

Scopri di più

Cratere a volute con scena d'oltretomba

Cratere a volute con scena d'oltretomba

Ricomposto da più frammenti. Ampie lacune integrate, già ridipinte e ora riportate a una tinta neutra. Mancano la parte inferiore del corpo con il piede e le volute, queste ultime integrate.

Scopri di più

Dinos con il mito di Busiride

Dinos con il mito di Busiride

Il dinos, mancante del sostegno è decorato con scene poco note: Busiride, il famigerato re dell’Egitto che sacrificava ogni straniero che osava avventurarsi nel suo regno.

Scopri di più

Cratere a mascheroni con partenza di Anfiarao

Cratere a mascheroni con partenza di Anfiarao

Il monumentale cratere a mascheroni attribuito al Pittore di Dario rappresenta, sul lato principale, Anfiarao, guerriero e indovino della città di Argo, che, con indosso l’armatura e con lancia e scudo nella mano sinistra.

Scopri di più

Loutrophoros con Pelope e Ippodamia

Loutrophoros con Pelope e Ippodamia

Il lato principale presenta due registri figurati. Registro superiore: Pelope, eponimo del Peloponneso e mitico fondatore dei giochi olimpici, fugge con Ippodamia e Registro inferiore: scena di offerta alla tomba.

Scopri di più

Cratere a campana con agguato di Achille a Troilo

Cratere a campana con agguato di Achille a Troilo

Attribuito al Pittore di Hoppin, il cratere raffigura sul lato principale l'agguato di Achille a Troilo, il più giovane dei figli del re troiano Priamo.

Scopri di più

Cetra miniaturistica in terracotta policroma

Cetra miniaturistica in terracotta policroma

La cetra miniaturistica, rinvenuta nel 1911 a Taranto in località Piazza d’Armi, in via F. Di Palma (Tomba n. 7), è in terracotta policroma, con tracce di vernice bruna e rosata.

Scopri di più

Tibia (strumento musicale) in osso

Tibia (strumento musicale) in osso

La tibia in osso, rinvenuta in località Santa Lucia a Taranto in occasione dello scavo di una sepoltura il 23 agosto 1885.

Scopri di più

Cippo funerario di età romana

Cippo funerario di età romana

Nella sala XXII molti visitatori guardano con sorpresa la serie di cippo funerario in pietra locale tarantina.

Scopri di più

Testa di M. Claudio Marcello

Testa di M. Claudio Marcello

Scultura in marmo bianco che rappresenta una testa di un giovane uomo. Il volto è reso in posizione frontale, centrato sul collo.

Scopri di più

La kore di Montegranaro

La kore di Montegranaro

Nel 1923 lungo la costa di Mare Grande in corrispondenza del quartiere Montegranaro, che allora teneva fede al proprio nome ed era una distesa di campi e frutteti intorno alla villa di campagna della nobile famiglia D’Ayala, venne trovata questa statua di giovane donna, detta in greco Kore.

Scopri di più

Pentolini dall’antichità

Pentolini dall’antichità

Il reperto di questa settimana è una piccola brocca miniaturistica, di dimensioni molto ridotte rispetto agli esemplari usuali.

Scopri di più

Un biberon dall’antichità

Un biberon dall’antichità

Questo singolare vaso a forma di cinghiale è un vaso poppatoio realizzato in vernice nera con i particolari dipinti dopo la cottura con delle tempere.

Scopri di più

Loutrophoros con Perseo e Andromeda

Loutrophoros con Perseo e Andromeda

La Loutrophoros è un vaso di forma chiusa, stretta e allungata soprattutto nel collo, e dotata di anse verticali complesse.

Scopri di più

Una giovane acrobata

Una giovane acrobata

Tra i reperti più famosi del Museo vi ė questa terracotta, di cui non si conosce il contesto preciso ma che ė riferibile al territorio di Taranto, probabilmente da una necropoli o da un ambito votivo.

Scopri di più

Scodella in terra sigillata africana

Scodella in terra sigillata africana

La forma, classificata come Lamboglia 60 bis, è prodotta in terra sigillata africana di tipo D, una ceramica fine da mensa prodotta nel nord Africa nella tarda età imperiale.

Scopri di più

Pelike con Perseo e Andromeda

Pelike con Perseo e Andromeda

La pelike è una forma di vaso chiusa, dall’orlo svasato e il corpo panciuto su piede ad anello, che si ritrova molto spesso nei contesti funerari apuli.

Scopri di più

Figura femminile con tympanon in terracotta policroma

Figura femminile con tympanon in terracotta policroma

La statuetta in terracotta policroma, che presenta ancora qualche debole traccia della sua colorazione originale, fu ritrovata nel 1908 a Taranto.

Scopri di più

Spillone a croce di età longobarda

Spillone a croce di età longobarda

Nel 1999 furono effettuati alcuni saggi di scavo preliminari ai lavori di restauro del mosaico e dell’intera pavimentazione.

Scopri di più

Elmo

Elmo

Nel 1907, in contrada Lupoli, furono trovati, in un’unica sepoltura, i resti di due persone.

Scopri di più

Lucerna tardoantica

Lucerna tardoantica

Verosimilmente dalla necropoli tardoromana di Montedoro, nella parte più prossima all’antica via di Santa Lucia proviene questa lucerna.

Scopri di più

Iscrizione funeraria di Ester

Iscrizione funeraria di Ester

Stele in pietra calcarea, molto danneggiata nella cornice superiore e lungo il lato destro.

Scopri di più

Tavoletta fittile con rappresentazione dei Dioscuri

Tavoletta fittile con rappresentazione dei Dioscuri

Nel repertorio delle offerte votive tarantine vi sono alcune tavolette in terracotta chiamate pinakes, (pinax al singolare). Si tratta di formelle decorate a stampo, di piccole dimensioni.

Scopri di più

L’Addolorata

L’Addolorata

Come descritto nel Vangelo di Luca la Vergine ha un pugnale che le trafigge vesti e cuore.

Scopri di più

Piatto attico su fondo bianco

Piatto attico su fondo bianco

Questo piatto, alto cm 2.6 e dal diametro di circa cm 21, con tesa a profilo leggermente concavo e vasca poco profonda reca una decorazione piuttosto particolare: su fondo bianco è tracciata una figura maschile.

Scopri di più

Testa femminile in terracotta dipinta

Testa femminile in terracotta dipinta

Diventata con il tempo una delle icone del Museo, questa terracotta, di dimensioni vicine a quelle reali rappresenta una testa femminile.

Scopri di più

Satiro danzante

Satiro danzante

La statuetta in terracotta rappresenta Satiro che, preso dalla danza, si sbilancia in avanti.

Scopri di più

Eulalia: Il suo ricordo in una stele funeraria in calcarenite del XII secolo

Eulalia: Il suo ricordo in una stele funeraria in calcarenite del XII secolo

Il suo ricordo in una stele funeraria in calcarenite del XII secolo

Scopri di più

Metopa con scena di battaglia

Metopa con scena di battaglia

La metopa rappresenta, utilizzando l’intero spazio disponibile, una scena di combattimento.

Scopri di più

Kylix attica a figure nere

Kylix attica a figure nere

Tra il ricchissimo corredo rinvenuto all’interno e all’esterno della tomba 1 scavata nel 1925 in via Di Palma 72 vi è una grande kilix (coppa da banchetto) che colpisce per la decorazione.

Scopri di più

Atleti di Taranto

Atleti di Taranto

La grande anfora panatenaica dalla Tomba degli Atleti.

Scopri di più

Una melodia dal passato: una lyra da Taranto - via Otranto

Una melodia dal passato: una lyra da Taranto - via Otranto

Un rinvenimento apparentemente senza spiegazione nella necropoli tarantina di età greca è costituito da frammenti di un carapace di testuggine.

Scopri di più

Una testa maschile dalla doppia vita

Una testa maschile dalla doppia vita

Oggi presentiamo una testa maschile barbata, l’aspetto rappresentato è quello di un volto dai lineamenti eleganti, con zigomi alti e morbidi, lo sguardo ieratico.

Scopri di più

Letto funebre (kline)

Letto funebre (kline)

La fronte di una kline, un letto funebre proveniente da una tomba a camera a pianta rettangolare, ricavato nella roccia naturale e originariamente collocato su uno dei due lati brevi dell’ambiente.

Scopri di più

Testa di Artemide

Testa di Artemide

La Testa, in raffinato marmo bianco di Paros con leggere venature, raffigura una donna dai tratti delicati.

Scopri di più

Bronzetto dauno a forma di anatra

Bronzetto dauno a forma di anatra

Il curioso bronzetto rappresenta un’anatra in bronzo dal corpo piatto, lungo collo, becco largo e aperto e zampe massicce.

Scopri di più

Testa di Eracle

Testa di Eracle

La testa, unica parte conservata di una statua in marmo bianco, rappresenta un tipo di atleta piuttosto maturo con capelli e barba a ciocche leggermente scompigliate.

Scopri di più

Sonaglio a forma di culla

Sonaglio a forma di culla

Questo reperto ci introduce in un mondo poco noto per gli studi di antichità: l’infanzia. Si tratta infatti di un giocattolo, un sonaglio o, in latino, tintinnabulum.

Scopri di più

Statua di giovane togato

Statua di giovane togato

Il frammento di statua, privo della testa e delle mani mostra frontalmente un personaggio maschile che indossa una toga.

Scopri di più

Specchio a teca dalla Tomba degli Ori

Specchio a teca dalla Tomba degli Ori

Lo specchio in argento è del tipo “a scatola” cioè richiudibile. Di forma circolare, ha un diametro di circa 17,5 cm.

Scopri di più

Unicum: la CORONA aurea da Kaeliae

Unicum: la CORONA aurea da Kaeliae

La corona è composta da sette elementi a rosa, tra i quali quello centrale è più grande, mentre gli altri fiori sono disposti in ordine decrescente.

Scopri di più

Cratere a calice

Cratere a calice

Cratere a calice con scena del mito di Alcmena, madre di Eracle.

Scopri di più

Skyphos acromo con dedica a Diòniso

Skyphos acromo con dedica a Diòniso

Lo skyphos è un vaso potorio (recipiente usato per bere) di forma troncoconica.

Scopri di più

Ritrovamento mosaici policromi

Ritrovamento mosaici policromi

Le ricche domus di Piazza Maria Immacolata

Scopri di più

Mosaico policromo da Piazza Maria Immacolata

Mosaico policromo da Piazza Maria Immacolata

Il mosaico, racchiude dentro un medaglione un busto femminile con il capo coperto da un velo fermato da un cercine con delle decorazioni circolari laterali

Scopri di più

Ritrovamento mosaico pavimentale

Ritrovamento mosaico pavimentale

Il mosaico è stato rinvenuto a Taranto, tra via Duca degli Abruzzi e via Dante nel 1927.

Scopri di più

Mosaico pavimentale

Mosaico pavimentale

Questo mosaico, molto bello e raffinato, è stato realizzato nel II secolo d.C..

Scopri di più

Il mondo delle donne

Il mondo delle donne

Il cratere si data alla fine del V secolo a.C. ed è collegabile alle produzioni del Pittore del cratere della Nascita di Dioniso.

Scopri di più

Cratere a calice apulo a figure rosse

Cratere a calice apulo a figure rosse

La forma del cratere a calice ha un orlo svasato, un corpo campaniforme che si imposta sulla parte inferiore a profilo leggermente arrotondato e un alto piede a stelo.

Scopri di più

Ritrovamento Oinochoe

Ritrovamento Oinochoe

L’oinochoe è stata ritrovata in una tomba a sarcofago in pietra calcarenitica

Scopri di più

Oinochoe

Oinochoe

Oinochoe (brocca da vino) trilobata apula a figure rosse

Scopri di più

Rinvenimento Kylix

Rinvenimento Kylix

Rinvenuta l’8/10/1925, la tomba aveva una struttura a pseudo sarcofago.

Scopri di più

Kylix

Kylix

La kylix è una forma vascolare molto importante nel simposio greco.

Scopri di più

La Tomba Girifalco in contrada Chiaradonna

La Tomba Girifalco in contrada Chiaradonna

La tomba Girifalco fu rinvenuta nel territorio a Ginosa, al limite fra le pendici delle colline e la pianura fertile.

Scopri di più

Orecchini a disco con pendente conico

Orecchini a disco con pendente conico

Gli orecchini a disco con pendente sono molto diffusi sia nella Grecia che nella Magna Grecia ed hanno una lunga vita.

Scopri di più

L’emporion miceneo di Scoglio del Tonno a Taranto

L’emporion miceneo di Scoglio del Tonno a Taranto

I Micenei o Achei erano un popolo della Grecia la cui civiltà si può collocare tra il 1650 e il 1050 a.C. circa

Scopri di più

Idoletto Miceneo

Idoletto Miceneo

La figurina in terracotta dipinta rappresenta in forma estremamente stilizzata una figurina umana femminile

Scopri di più

Una scoperta controversa

Una scoperta controversa

Il contesto di via Giuseppe Martino a Ceglie del Campo (Bari)

Scopri di più

Cratere a volute protoapulo a figure rosse

Cratere a volute protoapulo a figure rosse

La nascita di Diòniso

Scopri di più

Orafi etruschi in Apulia

Orafi etruschi in Apulia

Le creazioni degli orafi etruschi

Scopri di più

Nel frattempo a Taranto...

Nel frattempo a Taranto...

Ideologia funeraria e società tra il 600 e il 470 a.c.

Scopri di più

Il tumulo di poggio pelliccia nel territorio di Vetulonia

Il tumulo di poggio pelliccia nel territorio di Vetulonia

Il progetto di ricostruzione della tomba di poggio pelliccia

Scopri di più

Taras e Vatl. Un evento in tre atti

Taras e Vatl. Un evento in tre atti

I secoli della grande Vetulonia

Scopri di più

La necropoli tarantina

La necropoli tarantina

Il balsamario proviene da una tomba rinvenuta a Taranto

Scopri di più

Balsamario plastico in faїence

Balsamario plastico in faїence

La faїence è una tecnica di realizzazione di oggetti di vario tipo, dagli amuleti ai portaprofumi

Scopri di più

Necropoli in località Cacciavillani

Necropoli in località Cacciavillani

La sepoltura ha restituito oltre alla coppia di orecchini anche un diadema in oro

Scopri di più

Orecchini a disco con pendente

Orecchini a disco con pendente

La coppia di orecchini ha una forma complessa e articolata

Scopri di più

La tomba a grotticella di Arnesano

La tomba a grotticella di Arnesano

L’idolo è pertinente a una sepoltura rinvenuta ad Arnesano.

Scopri di più

Idolo con volto a civetta

Idolo con volto a civetta

Si tratta di una piccola statua parzialmente lavorata, in pietra locale.

Scopri di più

Saturo

Saturo

La scultura proviene dal santuario dell’acropoli di Saturo

Scopri di più

Testa di Atena

Testa di Atena

Testa della dea Atena, in marmo bianco greco, databile al IV secolo a.C.

Scopri di più

Ritrovamento dello skyphos

Ritrovamento dello skyphos

Si tratta di una sepoltura rinvenuta a Taranto

Scopri di più

Skyphos attico a figure nere

Skyphos attico a figure nere

Lo skyphos era un vaso per bere, o meglio, per degustare il vino

Scopri di più

Ritrovamento reperto Lekythos

Ritrovamento reperto Lekythos

Il reperto faceva parte di un corredo funerario trovato nel 1913

Scopri di più

Lekythos attica a figure rosse

Lekythos attica a figure rosse

La lekythos è una forma intermedia fra una brocca e una bottiglia

Scopri di più

Pubblicazione

Pubblicazione "Storie dalle acque di Taranto. Persone, mestieri e risorse"

Scopri di più

Rinvenimento ritratto di Ottaviano Augusto

Rinvenimento ritratto di Ottaviano Augusto

Il rinvenimento è avvenuto nel 1934

Scopri di più

Ritratto di Ottaviano Augusto

Ritratto di Ottaviano Augusto

Dalla Basilica in onore della famiglia giulio claudia

Scopri di più

Torre Castelluccia

Torre Castelluccia

L’abitato protostorico di Torre Castelluccia

Scopri di più

Collana in osso

Collana in osso

Conchiglie e pasta vitrea azzurra da Torre Castelluccia (Pulsano – TA)

Scopri di più

Ritrovamento del vaso Kylix laconica

Ritrovamento del vaso Kylix laconica

È stata infatti rinvenuta insieme a un portaprofumi prodotto a Corinto

Scopri di più

Kylix laconica IG 4988

Kylix laconica IG 4988

La kylix è un vaso da banchetto, il più imponente dei vasi per bere

Scopri di più

L’arula

L’arula

L’arula si data alla prima metà del IV secolo a.C.

Scopri di più

Piccolo altare votivo IG 208343

Piccolo altare votivo IG 208343

Nella Taranto antica si producevano dei piccoli altari in terracotta ad uso votivo

Scopri di più

Taranto, contrada Lupoli. Scavo del 1907

Taranto, contrada Lupoli. Scavo del 1907

Si tratta senza dubbio di un reperto facente parte di un contesto funerario

Scopri di più

Lekythos attica a fondo bianco IG 4574

Lekythos attica a fondo bianco IG 4574

Questa lekythos ha una decorazione complessa che ha come scena principale il combattimento fra due eroi

Scopri di più

Il sito di Saturo

Il sito di Saturo

I frammenti furono rinvenuti nel santuario della sorgente di Saturo

Scopri di più

Anfora attica a figure nere IG 179196

Anfora attica a figure nere IG 179196

Il frammento della pancia dell’anfora reca la scena di Eracle che lotta con il mostro marino Tritone

Scopri di più

Necropoli altomedievale di Taranto

Necropoli altomedievale di Taranto

Villa del Marchese d’Ayala Valva, rinvenuta il 5 gennaio 1896

Scopri di più

Fibbia da cintura  in bronzo

Fibbia da cintura in bronzo

Tipo “BALGOTA” IG 4219 dalla necropoli altomedievale di Taranto

Scopri di più

Terme Pentascinenses

Terme Pentascinenses

Terme Pentascinenses, un grandioso complesso termale riorganizzato nell’età augustea

Scopri di più

Frammento di pavimento dalle Terme Pentascinenses

Frammento di pavimento dalle Terme Pentascinenses

L’opus sectile è una tecnica che presenta decorazioni pavimentali

Scopri di più

Rinvenimento di Palazzo delli Ponti

Rinvenimento di Palazzo delli Ponti

La scodella proviene dallo scavo stratigrafico di Palazzo delli Ponti, nella Città Vecchia di Taranto.

Scopri di più

La scodella di Palazzo delli Ponti

La scodella di Palazzo delli Ponti

Scodella in Terra sigillata africana D

Scopri di più

Dioniso

Dioniso

Databile nell’avanzato IV sec. a.C., il rilievo presenta l’iconografia imberbe e giovanile di Dioniso

Scopri di più

Rilievo in terracotta policroma raffigurante Dioniso

Rilievo in terracotta policroma raffigurante Dioniso

Il rilievo in terracotta, raffigura Dioniso mentre incede con la gamba sinistra avanzata (perduta)

Scopri di più

Statua gladiatore

Statua gladiatore

Il soggetto è una particolare espressione della cultura romana

Scopri di più

Statuine di gladiatori

Statuine di gladiatori

Due statuine in terracotta policroma rappresentanti gladiatori

Scopri di più

Vasi laconici

Vasi laconici

Tra gli oggetti più significativi esposti in Museo si annoverano alcuni vasi laconici.

Scopri di più

Kylix laconica

Kylix laconica

La coppa su basso piede e anse orizzontali, di produzione laconica ossia spartana.

Scopri di più

Cratere del Pittore della Nascita di Dioniso

Cratere del Pittore della Nascita di Dioniso

La nascita di Dioniso dalla coscia di Zeus

Scopri di più

Il mito della nascita di Dioniso

Il mito della nascita di Dioniso

Dioniso, tra le divinità più complesse e sfaccettate del pantheon greco

Scopri di più

Zis Batas

Zis Batas

Il signore della folgore degli antichi Messapi

Scopri di più

La statua di Zeus

La statua di Zeus

Uno dei reperti più significativi della Puglia antica

Scopri di più

La tomba “Ipogeo delle Cariatidi”

La tomba “Ipogeo delle Cariatidi”

La tomba, già saccheggiata e in parte distrutta dai soldati francesi di Gioacchino Murat, fu nuovamente intercettata nel 1869 da Luigi De Simone

Scopri di più

Ipogeo delle Cariatidi di Vaste

Ipogeo delle Cariatidi di Vaste

Ipogeo delle Cariatidi” è una tomba monumentale riferibile a un ricco gruppo familiare del centro messapico di Basta

Scopri di più

Anfore panatenaiche

Anfore panatenaiche

I vasi trovati agli angoli del sarcofago appartengono a una particolare tipologia di anfora, prodotta dalla metà del VI secolo a.C.

Scopri di più

Tomba dell'atleta

Tomba dell'atleta

Nelle necropoli di Taranto si segnala la presenza di diverse tombe che contengono oggetti riferibili alla pratica atletica

Scopri di più

Diadema in oro, smalti e pietre dure dalla Tomba degli Ori di Canosa

Diadema in oro, smalti e pietre dure dalla Tomba degli Ori di Canosa

Il diadema rappresenta un vero e proprio unicum, composto di elementi separati e assemblati tra loro con perizia ingegneristica.

Scopri di più

I tesori di una principessa daunia: la Tomba degli Ori di Canosa

I tesori di una principessa daunia: la Tomba degli Ori di Canosa

Nel 1928, a Canosa, importante centro dell’antica Daunia, venne scoperta casualmente una tomba ipogeica composta da più celle affiancate con facciata monumentale.

Scopri di più

Teca a forma di conchiglia

Teca a forma di conchiglia

La teca in argento è composta da un coperchio e da una vasca a forma di conchiglia.

Scopri di più

Lastra Campana con scena dionisiaca

Lastra Campana con scena dionisiaca

Una lastra in terracotta, decorata con una scena dionisiaca, racconta una parte dell’artigianato artistico della Taranto romana

Scopri di più

Catalogo della Mostra MitoMania. Storie ritrovate di uomini ed eroi

Catalogo della Mostra MitoMania. Storie ritrovate di uomini ed eroi

Quattordici vasi di ceramica, di cui tredici originali di produzione apula, attribuiti ad alcuni dei più importanti Maestri della ceramografia italiota e un “falso”.

Scopri di più

Analisi archeometriche degli Ori di Taranto

Analisi archeometriche degli Ori di Taranto

Alcuni degli ori della collezione del Museo sono stati sottoposti ad analisi chimiche e fisiche in collaborazione con il Dipartimento di Matematica e Fisica dell’Università del Salento.

Scopri di più

Questo sito web utilizza i cookie

Utilizziamo i cookie per personalizzare contenuti ed annunci, per fornire funzionalità dei social media e per analizzare il nostro traffico. Condividiamo inoltre informazioni sul modo in cui utilizza il nostro sito con i nostri partner che si occupano di analisi dei dati web, pubblicità e social media, i quali potrebbero combinarle con altre informazioni che ha fornito loro o che hanno raccolto dal suo utilizzo dei loro servizi. Acconsenta ai nostri cookie se continua ad utilizzare il nostro sito web. Cookie Policy