Collana a nastro

16 dicembre 2022 16 dicembre 2022

Proveniente da Mottola nella chora tarantina, la parure oggi esposta nella Sala XI del MArTA venne acquisita alle collezioni del Museo a seguito di una lunga procedura di acquisto avviata nel 1936 per interessamento di R. Bartoccini, che la individuò sul mercato antiquario di Bari. Pur in assenza di informazioni sul contesto di rinvenimento e sugli altri elementi eventualmente facenti parte del corredo, la parure costituisce una straordinaria testimonianza del livello di eccellenza e padronanza tecnica raggiunto dall’artigianato orafo tarantino nel primo quarto del III sec. a.C. Ne fanno parte una collana, un anello e il bracciale in oro a verga tortile.

Questa collana a nastro con terminali a palmetta costituisce un unicum nella produzione orafa tarantina. Consta di sei catene a maglia doppia saldate insieme, a formare un nastro piatto e semirigido i cui terminali, muniti di occhielli, ne consentivano la sospensione “da spalla a spalla” sull’abito.

Questo sito web utilizza i cookie

Utilizziamo i cookie per personalizzare contenuti ed annunci, per fornire funzionalità dei social media e per analizzare il nostro traffico. Condividiamo inoltre informazioni sul modo in cui utilizza il nostro sito con i nostri partner che si occupano di analisi dei dati web, pubblicità e social media, i quali potrebbero combinarle con altre informazioni che ha fornito loro o che hanno raccolto dal suo utilizzo dei loro servizi. Acconsenta ai nostri cookie se continua ad utilizzare il nostro sito web. Cookie Policy